martedì 10 settembre 2013

Torta limonosa

Quando io e la mia famiglia ci siam trasferiti nel paesino, il nostro mini orticello era scarno.
All'inizio erano le erbacce, la sola verdura coltivata quasi con amore.
Poi cominciarono ad apparire i primi peperoncini piccanti, che mio padre ama triturare appassiti e mettere a generose cucchiaiate in ogni piatto (insalata compresa), le fragoline - implacabilmente distrutte dalla vicina con la fisima della pulizia - e qualche erbetta non meglio identificata, frutto di bustine di semi rovesciati alla rinfusa.
Un giorno in un angolo spunta una piantina, piccola ma decisa. Si fa largo tra le erbacce e fortunata, scampa alla mano estirpatrice di mia madre. 
Crescendo notiamo che ha foglie interessanti, lucide e verdi. Subito pensiamo che possa promettere bene e decidiamo di darle una possibilità.
Le diamo acqua e le accarezziamo dolcemente le foglie: dicono che le piantine vogliono amore,proprio come gli esseri umani.
Con il tempo, lentamente, la piantina cresce e mostra i primi fiori bianchi,belli.
Per i frutti dovremmo attendere ancora molto altro tempo.

E' così che in quel piccolo orticello è nata la nostra pianta di limoni. Portata da un uccellino chissà quando, resistente alle erbacce che la circondavano e decisa a darci i suoi frutti.

E' stata la prima piantina di limoni del paese. 
Nelle case vicine lo stesso uccellino fece cadere altri semi, e via via, negli angoli degli orti vicini, quelli più spigolosi, quelli che mettevano a dura prova i progetti degli improvvisati contadini, nascevano piantine di limoni.

Oggi ogni casa ha una pianta più o meno grande di limoni. Limoni grandi,succosi e profumatissimi. 

Tempo fa cercavo una ricettuzza facile facile per una torta fresca semplice semplice entro cui sentire il profumo dei miei limoni.
Me la fornì una simpatica signora, golosa come poche e bravissima in cucina.
La portai per un pranzo domenicale e la nipotina di Swiff la chiamò "torta limonosa".

Torta limonosa (fresca fresca)





Cosa vi occorre:  
Per la crema al limone: 
  • mezzo litro di acqua 
  • buccia grattuggiata di un limone non trattato
  • succo filtrato di due limoni non trattati
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 60 gr di fecola di patate
  • 1 uovo intero
Per la base: 
  • 250 gr di farina 00
  • 75 gr di burro
  • 75 gr di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • buccia più succo di un limone non trattato
  • 1/2 bustina di lievito per dolci





Come si procede: 
Preparate la base di frolla lavorando tutti gli ingredienti e formando una palla che avvolgerete nella pellicola e farete riposare in frigo per trenta minuti. Quindi togliete dal frigo e rivestitevi una teglia imburrata, fate cuocere in forno a 180° per circa quindici minuti,evitando di farla gonfiare (potete metterci carta forno e fagioli secchi come fanno alcuni). Fate raffreddare.
Preparate la crema al limone:  prendete una casseruola dai bordi alti e versateci lo zuccheroe l'uovo lavorati insieme, quindi il succo e la buccia dei limoni, poi la fecola e l'acqua. Mettete sul fuoco e fate andare lentamente, girando sempre finchè non comincia ad addensarsi, quindi togliete dal fuoco e versatela calda sulla base precedentemente cotta.
Mettete in forno per circa venti minuti a 180°.
Servite fredda.
Una volta pronta potete conservarla in frigo. La base diventerà ancor più fresca così come la crema.

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...